PALAZZO LOMELLINI

ARTECONTEMPORANEA



dal 10 novembre all'8 dicembre

 Giovedì / Venerdì / Sabato 15:30 - 18:30

 Domenica 10:30 - 12:30 / 15:30 - 18:30


Ingresso libero


Araba Fenice


L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico nata nel 2012 un po’ per sfida, per tastare il terreno rispetto alla creatività dei cittadini e scoprire le opere dei veri artisti del riuso, l’esposizione è cresciuta per partecipazione, interesse e coinvolgimento.

La mostra unisce l’arte e l’artigianato, la vocazione e il dilettantismo per coinvolgere la comunità, in sintonia con la Convenzione di Faro che promuove una concezione più ampia del patrimonio culturale, che pone al centro la partecipazione dei cittadini e il diritto degli individui a prendere parte alla vita culturale della comunità. Si parla sempre più spesso di eredità di comunità e, nello specifico della mostra L’Araba Fenice, il concetto si concretizza nei contenuti e nei partecipanti: sono molte le opere che testimoniamo le nostre radici e sono tanti i cittadini che voglio esprimere la propria capacità di raccogliere per ricreare.

Anche quest’anno la mostra e i singoli eventi collaterali rientrano tra le azioni iscritte alla 9° edizione della Settimana Europea per la Riduzione Rifiuti che si svolge dal 18 al 26 novembre, per ridurre e sensibilizzare sull’impatto ambientale dei rifiuti.

L’Araba Fenice, finalista dell’edizione 2016, centra pienamente il tema della SERR 2017, che è: “Diamo una seconda vita agli oggetti”.

L’esposizione ospita oltre 33 artisti e creativi:
Domenico Audisio, Rita Bo, Laurette Bono, Manuela Cavallo, Roberto De Fanti, Gianni De Paoli, Daniela Evangelisti, Margherita Fantini, Irma Fava, Margherita Fergnachino, Caterina Fiore, Lorena Fortuna, Italia Furlan, Mario Giammarinaro, Gianni Gianasso, Giancarlo Laurenti, Angelo Lussiana, Giusi Maglione, Laura Daniela Marello, Maurizio Oddenino, Maurizio Rivetti, Marco Roascio, Adriano Rosso, Andrea Russo, Marilde Saliani, Daniela Santucci, Claudia Scalera, Maximilian Scarlato, Annarita Serra, Alice Silvestro, Antonella Spagnolo, Cristina Tomaini, Anna Torazza. Inoltre esporranno i ragazzi della scuola media Istituto Comprensivo Carmagnola I classi 2 A, B e C che hanno partecipato al laboratorio avviato, nella passata edizione, da Angelo Lussiana e Massimo Appendino. La mostra sarà nuovamente teatro di varie iniziative e presentazioni che coinvolgeranno altre realtà associative oltre all’Associazione Culturale Peppino Impastato.

Si inizia sabato 11 novembre dalle ore 15.00 con un laboratorio per il riuso di vecchi abiti e maglioni infeltriti; con la collaborazione di una sarta, di una stilista e di una creativa si potranno trasformare capi di abbigliamento ormai inutilizzabili in altri oggetti, personalizzati e anche divertenti, per sé o per farne dono il prossimo Natale.

Giovedì 23 novembre ci sarà la proiezione del docu-film “Immondezza- La bellezza salverà il mondo” girato da Mimmo Calopresti nella primavera 2017 per raccontare la corsa contro l’abbandono dei rifiuti “Keep Clean and Run” che ha per protagonista Roberto Cavallo, agronomo e saggista, autore del libro “Meno 100 chili”. La corsa, 350 km dal Vesuvio all’Etna, ha attraversato parchi e paesi, montagne e spiagge, pulendo quello che altri hanno sporcato, in paesaggi e località dalla bellezza mozzafiato.

Il film sarà proiettato al Cinema Elios alle ore 21 con ingresso a offerta libera; a seguire apertura del Lomellini per una visita in notturna con buffet.

Sabato 25 novembre sarà la volta del workshop dedicato alla serigrafia coniugata con il riciclo.

Il laboratorio, con inizio alle ore 16 e della durata di circa due ore, è a cura di Maurizio Rivetti, pittore e serigrafo, al secondo anno a Palazzo Lomellini con L’Araba Fenice. Dopo una breve presentazione delle tecniche di stampa, l’artista offrirà ai partecipanti la possibilità di sperimentare la tecnica della serigrafia, realizzando un’opera originale e personalizzata avvalendosi di materiale di recupero. Per questo evento è consigliata la prenotazione.

Giovedì 30 novembre, in collaborazione con il Circolo Legambiente il Platano, alle ore 20,45 Franco Borgogno presenta “Un mare di plastica”, un libro reportage di viaggio e di ricerca, a cui lo stesso autore ha partecipato, che ha condotto per la prima volta, nell'agosto 2016, un gruppo di ricercatori nel tratto estremo del mare Artico, attraverso il passaggio a Nord Ovest, dalla Groenlandia al Canada Occidentale, per raccogliere dati sulla presenza di plastiche e microplastiche. L’autore e giornalista Franco Borgogno racconterà la propria esperienza e offrirà uno spaccato di quanto si conosce in tema di inquinamento degli oceani e delle acque.

Un invito speciale è riservato alle scuole e agli educatori che potranno visitare la mostra, previa prenotazione, anche in orari in cui non è aperta al pubblico. Inoltre il 16 novembre la giornata sarà all’insegna dei laboratori creativi, con i bambini delle elementari, gli utenti del Centro Socio Terapeutico e dell’Educativa Territoriale Disabili. Le attività saranno realizzate grazie alla disponibilità di Domenico Audisio, pittore e grafico carmagnolese, Anna Torazza e Mariagrazia De Stefanis, esperte di immagine in ambito educativo e formativo, e Maurizio Rivetti, pittore e serigrafo.

L’Araba Fenice edizione 2017 chiuderà l’8 dicembre con un finissage sostenibile con musica dal vivo, suoneranno Ij Taroch, un’ulteriore occasione per conoscere gli artisti e le loro opere in un piacevole contesto conviviale.

La mostra è iscritta tra le azioni della SERR (Settimana Europea Riduzione Rifiuti) o EWWR (European Week for Waste Reduction) - . http://www.ewwr.eu/it/project/main-features

L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico è anche un sito web - http://www.arafenice.it/

Valeria Torazza
Associazione Culturale Peppino Impastato